Rilevazione fumi

Gli impianti antincendio possono essere di sola segnalazione, e quindi con intervento ‘umano’, o automatici/manuali. Nel primo caso, fatta eccezione per l’eventuale disattivazione da parte dell’utente, l’impianto sorveglia 24 ore su 24 ore i beni con sensori che operano su vari agenti atmosferici (gas, fumo, monossido di carbonio etc.), e nel momento in cui si verifica un allarme c’e’ una segnalazione acustica che mette in allerta il personale preposto alla sorveglianza; nel secondo caso l’impianto è gestito in modo automatico. E’ l’impianto a dare l’allarme acustico, segnalare l’incendio ed operare per uno spegnimento tramite gas atti ad estinguere il focolaio in corso.

IL SISTEMA CONVENZIONALE

Un sistema convenzionale è composto da una centralina di controllo alla quale sono collegati i dispositivi di campo, ovvero rivelatori di fumo, pulsanti di allarme, sirene e avvisatori ottici.
Questi dispositivi sono suddivisi in diverse zone, in base alla dimensione dell’area in cui sono installati. Nel caso in cui uno di questi dispositivi vada in allarme la centralina segnalerà come in allarme tutta la zona a cui è collegato il dispositivo interessato. Questo tipo di sistema è indicato per impianti di piccole dimensioni e qualora non sia necessario poter individuare singolarmente il dispositivo in allarme.

SIEMENS FC10

Le centrali di rivelazione incendio FC10 processano i segnali da rivelatori automatici e non automatici appartenenti alla seguente tecnologia:
Rivelatori collettivi appartenenti alla gamma DS 1100.

SISTEMA ANALOGICO

Un sistema analogico è composto da una centralina di controllo e dai dispositivi di campo, la differenza principale sta nel fatto che i dispositivi vengono codificati uno ad uno, quindi la centralina è in grado di individuarli singolarmente in base al numero che è stato loro assegnato. Inoltre in un sistema analogico i rivelatori di fumo e di calore non riportano solo la condizione di allarme, ma sono in grado di stabilire, ad esempio, quanto fumo c’è nella stanza, garantendo assoluta precisione nella segnalazione della condizione di allarme.

CERBERUS® PRO

Proteggere persone e beni. Assicurare processi e continuità. Questa è la funzione della protezione incendio. Cerberus® PRO è un potente sistema per una rivelazione incendi veloce e affidabile, la segnalazione di allarmi e il comando dell’impianto. L’ampia gamma di prodotti innovativi fornisce tecnologia di avanguardia con funzionalità di sicurezza straordinarie. Quindi potete essere certi di realizzare la vostra applicazione nel modo più soddisfacente possibile.

IN SINTESI

  • Immediata protezione di persone e beni con l’ autoconfigurazione
  • Centrali con modalità degradata comunicazioni di allarme anche in caso di guasto
  • Rivelatori e altri dispositivi con isolatori di linea integrati interruzioni e cortocircuiti sono facilmente localizzati e la corretta operatività è sempre garantita
  • Grandi soluzioni multi-edificio ridondanza e conformità EN54 con rete Ethernet
  • Accesso remoto su rete Ethernet per operare sui sistemi da qualsiasi punto
  • Comandi di fermo impianti, arresto della ventilazione, controllo porte e rientro ascensori
  • Alcuni impianti possono essere arrestati solo con un certo ritardo o se l’incendio è rilevato in un’area specifica
  • Sono richiesti semplici programmi causa/effetto
  • Le aree più a rischio sono evacuate per prime, seguite poi dalle aree adiacenti
  • Le fasi sono predefinite tramite funzioni a tempo
  • Possono essere annullate dal personale di sicurezza o dai vigili del fuoco
  • Sono richiesti programmi causa/effetto sofisticati
  • Sono attivati i sistemi di estrazione fumi e le serrande tagliafuoco
  • Serrande, dispositivi di controllo fumi e di comando ventilazione sono monitorati per informare l’utente di ogni guasto a dispositivi critici
  • È richiesta un’intensa programmazione di complesse matrici causa/effetto

SIEMENS CS1115 / FC330A (FUORI PRODUZIONE)

Le centrali di rivelazione incendio CS1115 processano i segnali da rivelatori automatici e non automatici appartenenti alle seguenti tecnologie:

– Rivelatori indirizzabili analogici appartenenti alla gamma DS 1130

– Rivelatori collettivi appartenenti alla gamma DS 1100

Massima affidabilità e disponibilità del sistema attraverso la valutazione decentralizzata del segnale nei rivelatori e la successiva rielaborazione delle informazioni nella centrale stessa
Massima sicurezza: le centrali AlgoControl controllate da microprocesore appartenenti alla famiglia CS1140 sono disponibili per sistemi complessi ed installazioni estese. L’hardware e il software di altissima tecnologia permettono di controllare da un unico terminale fino a 15 centrali collegate in rete tra di loro. L’ampia gamma di centrali è caratterizzata da una elevata flessibilità ed adattabilità e può gestire contemporaneamente sistemi e tipologie di rivelazione diverse quali rivelatori interattivi, analogici, collettivi, rivelatori a sicurezza intrinseca sia collettivi sia interattivi, sistemi di rivelazione incendio a campionamento d’aria, sistema di rivelazione senza fili.

SIEMENS FC 700A (FUORI PRODUZIONE)

Le centrali di rivelazione incendio CS1140 processano i segnali da rivelatori automatici e non automatici appartenenti alle seguenti tecnologie:

– Rivelatori indirizzabili analogici appartenenti alla gamma SYNOVA

– Rivelatori collettivi appartenenti alla gamma DS 1100

Massima affidabilità e disponibilità del sistema attraverso la valutazione decentralizzata del segnale nei rivelatori e la successiva rielaborazione delle informazioni nella centrale stessa.

  • Possibilità di collegare in rete tra di loro fino a 15 centrali
  • Comunicazione in rete con sistema di gestione centralizzata di allarmi
  • Connessione BACnet

SISTEMI DI SPEGNIMENTO

Lo scopo di un efficace spegnimento è semplice: spegnere l’incendio sul nascere, prima di eventuali danni arrecati dalla distruzione del valore protetto. Risulta quindi fondamentale scegliere l’agente estinguente adatto alla specifica applicazione e situazione di rischio. Non esiste un estinguente universale per ogni tipo di incendio ma esiste una vasta gamma di prodotti ognuno ideale per la specifica applicazione.

Estinguente pulito, elettricamente non conduttore, può essere utilizzato su apparecchi elettrici in quanto non degrada il materiale elettronico. Ha una elevata capacità di spegnimento. La scarica avviene in 10s soltanto e l’estinzione può attuarsi in pochi secondi. Grazie alla tecnologia alta pressione (10 bar all’ugello e 42 bar nelle bombole) la capacità di spegnimento è molto più rapida rispetto ai convenzionali sistemi a bassa pressione. Infatti tale tecnologia garantisce:

  • La diffusione rapida dell’estinguente nel volume protetto;
  • L’evaporazione totale del gas durante la scarica sia per le ridotte dimensioni delle gocce prodotte in corrispondenza dell’ugello sia per la loro rapida evaporazione dovuta ad un elevato scambio di calore;
  • La perfetta omogeneizzazione dell’estinguente nell’ambiente protetto ancora prima della completa saturazione dell’ambiente stesso.